Il sistema informatico della sicurezza fisica in Banca

Presentazione

Un sistema che integri le aree della sicurezza di base, dell’accesso dei clienti e del personale, della gestione del contante e della videosorveglianza rappresenta lo scopo della “sicurezza fisica” in banca, teso anche alla ricerca di una netta riduzione dei costi interni ed esterni, dell’adozione di buone pratiche generali e della volontà di cogliere fino in fondo i benefici derivanti dall’evoluzione tecnologica e dallo sviluppo di reti aperte di trasmissione dati.

Questo e-book della Collana Accademia della Sicurezza, curato da ABI e OSSIF, illustra e approfondisce le tematiche collegate a un Sistema Informatico di Sicurezza Fisica (SISIF) in banca, descrivendone un modello efficiente con riferimento all’evoluzione in atto in Italia e nel mercato internazionale.

Il testo è stato coordinato da CITEL, con il contributo di BASSILICHI, CNS, ETH SECURITY e con la supervisione di GRUPPO BANCA SELLA, BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA, BCC BARLASSINA.


Copyright Bancaria Editrice 2012 
Collana Accademia della Sicurezza ISSN 2499-5851
ISBN 978-88-449-0932-1

Indice

I. Premessa e Introduzione

1. Premessa
1.1 Accreditamento
1.2 Dall'handicap dell'aleatorietà al merito percepibile
1.3 Il primato della banca
2. Introduzione
2.1 Le domande e le risposte
2.2 Prime conclusioni
2.3 Le aree funzionali della sicurezza fisica
2.4 La transizione di processo e di piattaforma
2.5 Il modello efficiente in filiale


II. L'infrastruttura di sistema

3. SISIF - Il sistema informatico della sicurezza fisica
3.1 Il SISIF come sistema informatico dipartimentale
3.2 I nuovi Centri Servizi di security
3.3 Requisiti e vincoli di un sistema di telegestione
4. Fattori di efficienza
4.1 Premessa di metodo
4.2 Gli elementi di efficienza
5. Gli strumenti - Le qualità di fondo
5.1 Il sistema specializzato ma flessibile
5.2 "Future-proof"- A prova di futuro
5.3 TCO
6. Gli strumenti - Le funzionalità
6.1 I rischi da gestire e il rapporto con i processi
6.2 Il cronogramma dei rischi
6.3 I processi efficienti di gestione dei rischi
6.3.1 Classificazione dei rischi
6.3.2 I processi efficienti
7. La sistemistica e le piattaforme
7.1 Le piattaforme del modello efficiente
7.2 Il sistema centrale di gestione
7.2.1 Il processo di gestione centralizzata
7.2.2 I nuovi posti operativi di telegestione e interazione con la filiale
7.2.2.1 La Videosorveglianza interattiva su evento
7.2.2.2 La valorizzazione dell'operatore di Control Room
7.2.2.3 La videoassistenza on-demand.
7.2.3 La nuova architettura integrata
7.2.3.1 La sistemistica semplificata
7.2.3.2 I cruscotti per la Videosorveglianza di nuova generazione
7.2.3.3 Le immagini dei cruscotti
7.2.4 Il sistema centrale di gestione - Moduli dell'architettura
7.3 Le unità di gestione nei siti periferici
7.3.1 I requisiti della piattaforma.
7.3.2 La CGE - Centrale di Gestione Eventi: funzionalità
7.3.3 Struttura tecnica di Centrale di Gestione integrata degli Eventi
7.3.4 Caratteristiche architetturali
7.3.5 Caratteristiche tecnico-funzionali


III. Appendici

8. Appendice 1. L'impatto dell'evoluzione tecnologica
8.1 Premessa
8.2 I benefici tecnici dell'evoluzione
8.3 I nuovi modelli di soluzione e nuove regole di mercato
8.4 L'evoluzione in Italia e rispetto al mercato internazionale
8.4.1 I primati applicativi
8.4.2 La centralizzazione in architettura aperta
8.4.3 Il superamento del concetto di centrale di allarme
8.4.4 Il lato positivo: la propensione all'innovazione.
9. Appendice 2. Sistema centrale di gestione: requisiti tecnico-funzionali
9.1 Funzioni del SW applicativo
9.1.1 Sessione di lavoro
9.1.2 Interazione uomo-macchina
9.1.3 Finestra generale
9.1.4 Agenda
9.1.5 Finestra operativa per periferica remota
9.1.6 Finestra operativa del sito remoto
9.1.7 Finestra di gestione e chiusura dell'evento
9.1.8 Configurazione delle periferiche
9.1.9 Gestione dei dati e degli archivi
9.1.10 Gestione comandi generali
9.1.11 Client - Posto di lavoro del Responsabile
9.2 Sottosistema di comunicazioni
9.2.1 Funzioni generali
9.2.2 Funzioni in teleassistenza
9.3 Funzionalità di salvaguardia dei dati
Bancaria Editrice
ABIServizi S.p.A.
Via delle Botteghe Oscure, 4 - 00186 Roma
P.Iva 00988761003
ABICloud: ISSN 2499-4340