Antirapina - Edizione 2017

Isabella Corradini, Marco Iaconis
Presentazione
Le rapine ai danni delle dipendenze bancarie e le modalità con cui vengono compiute impongono l’adozione di adeguate strategie di prevenzione e contrasto. La rapina, infatti, è un evento criminoso che può comportare un rischio per la sicurezza e per la salute dei dipendenti e dei clienti. La prevenzione richiede l’attenzione dei responsabili della sicurezza di tutto il personale bancario. La sicurezza, infatti, va interpretata come un modo di lavorare e di agire.
 
Anche per il 2017 il volume affronta, sulla base dei dati relativi alle rapine in banca nel 2016, il tema della sicurezza antirapina con un approccio multidisciplinare. Si parte dall’analisi psico-sociologica del fenomeno criminoso, per passare all’interazione rapinatore-vittima e alle conseguenze derivanti dall’esposizione all’evento criminoso. In particolare, si delinea il nuovo profilo del rapinatore e della vittima, quest’ultimo rivisto alla luce dei dati emersi da recenti ricerche di OSSIF. Ampio rilievo viene, quindi, dato alle principali misure di protezione attuate dalle banche per contrastare le rapine ai danni delle proprie dipendenze, con riferimento ai più recenti aggiornamenti normativi in materia di rischio rapina. Centrale è la descrizione delle best practice di prevenzione e gestione degli eventi criminosi: per contribuire efficacemente alla sicurezza antirapina è infatti necessario integrare le misure di difesa con comportamenti adeguati da adottare quotidianamente nel corso dell’attività lavorativa. Per tale ragione, le banche stanno potenziando l’attività di informazione del personale, strumento essenziale per lo sviluppo della cultura della sicurezza e della prevenzione. In tale contesto si colloca la descrizione del pacchetto di misure antirapina introdotto dalla nuova versione del Protocollo Anticrimine ABI-Prefetture.
 
Particolare attenzione è dedicata, inoltre, ai rapporti che le banche stabiliscono con le autorità preposte all’ordine pubblico per definire concrete azioni di contrasto al fenomeno rapina. Ampia rilevanza viene data alle iniziative di OSSIF, che consentono alle banche di monitorare il rischio di rapine e furti e migliorare la protezione delle persone e dei beni, scegliendo i sistemi di difesa più appropriati. In Appendice l’elenco aggiornato dei referenti delle Forze dell’ordine, completo di nominativi e numeri telefonici, di tutte le province italiane.
  

Isabella Corradini, Psicologa sociale e del lavoro, criminologa, è esperta in psicologia applicata al benessere organizzativo e alla sicurezza aziendale. È Presidente del Centro Ricerche Themis, specializzato su tematiche della sicurezza con approccio interdisciplinare. Consulente per primarie aziende e pubbliche amministrazioni italiane, è docente in master universitari e corsi specifici in materia di safety, security, comunicazione e reputazione. Relatrice in convegni nazionali e internazionali, ha scritto diversi libri e saggi in tema di salute e sicurezza. È responsabile scientifico della rivista digitale Reputation Today. 

Marco Iaconis, coordinatore di OSSIF, il Centro di Ricerca dell'ABI sulla sicurezza anticrimine, è autore di numerose pubblicazioni in materia di sicurezza e protezione aziendale. Su questi temi partecipa come relatore a convegni nazionali e internazionali.
 
OSSIF è il Centro di Ricerca dell'ABI sulla sicurezza anticrimine, creato per le banche e per tutti gli stakeholder del settore affinché possano disporre di adeguate informazioni per decidere le azioni più efficaci ed efficienti per contrastare le rapine e i furti alle dipendenze.


Copyright Bancaria Editrice 2017 - ISBN: 978-88-449-1128-7 

Indice

Prefazione
Antonino Cufalo

Premessa
Giovanni Sabatini

1. Il rischio rapina

La rapina come rischio nel Testo Unico della Salute e Sicurezza sul Lavoro
Gli obblighi di valutazione
La rapina nel codice penale

2. Il rapinatore

Le motivazioni
Organizzazione e controllo
Il modus operandi

3. La vittima

Le reazioni
Le emozioni
Le conseguenze

4. La sicurezza in banca

La filosofia della sicurezza
Evoluzione delle rapine e dei sistemi di sicurezza 

5. Le soluzioni difensive

Il controllo degli accessi
La vigilanza
Il videocollegamento/la videosorveglianza
La videoregistrazione
Il sistema biometrico
Il sistema anticamuffamento
I sistemi di allarme
Protezione perimetrale attiva/passiva
I banconi blindati/area blindata ad alta sicurezza
I sistemi per la gestione del contante
La centralizzazione dei mezzi forti
Le mazzette fumogene
La tracciabilità delle banconote
Le procedure comportamentali codificate per operare in sicurezza
La formazione anticrimine
La protezione delle apparecchiature ATM
Valutazione del rischio
Rischi multivettoriali (cyber physical security)

6. Le corrette procedure per la prevenzione

L’ingresso in banca
Le manomissioni
I comportamenti sospetti
Il contante
Il plico valori
L’apparecchiatura ATM
I sistemi di ripresa
La pubblicizzazione delle misure antirapina

7. Come comportarsi in caso di rapina

8. Cosa fare dopo la rapina

9. La collaborazione con le Autorità di Sicurezza

10. La sicurezza antirapina: informazione, formazione e aggiornamento

11. OSSIF - Il Centro di Ricerca dell’ABI sulla sicurezza anticrimine

Gli obiettivi
Le attività
Il data-base e le statistiche
La collaborazione con le istituzioni
La community
Informazione e formazione
Comunicazione
Come aderire

Appendice

Dati statistici sulle rapine in banca
Referenti delle Forze dell’ordine

Bibliografia

Bancaria Editrice
ABIServizi S.p.A.
Via delle Botteghe Oscure, 4 - 00186 Roma
P.Iva 00988761003
ABICloud: ISSN 2499-4340